Facebook Archivi - Visibility Reseller

Facebook

Il mio Facebook, come funziona? 

Facebook è ormai parte integrante delle nostre vite: se cerchiamo qualcuno, una notizia o vogliamo avere informazioni su qualcosa, il popolare social è il primo posto in cui andiamo a digitare. Stessa cosa se abbiamo momenti morti e non sappiamo cosa fare.

Ma come rendere facebook il mio facebook?Come fare per rendere la pagina un angolo davvero unico e originale? E soprattutto perché dovreste avere un profilo sul celeberrimo social?

L’utilità di avere un profilo

Avere un profilo facebook, oggi è quasi una cosa obbligatoria: sia a livello personale che professionale. Tramite il social, possiamo costruirci un’immagine online, più o meno corrispondente a quella reale, con cui interagire con gli altri utenti. Possiamo riallacciare rapporti che avevamo interrotto, ad esempio con vecchi compagni di scuola con cui all’epoca andavamo d’accordo; si possono fare nuovi amici, ma sempre tenendo presente che siamo di fronte ad uno schermo e che la cautela dev’essere alta.

Come renderlo il mio facebook?

Sembra strano, ma i profili facebook hanno una personalità: la vostra, quella che decidete di dare loro. Non è necessario che corrisponda a voi, potete anche decidere di essere un’altra persona, magari qualcuno che nella realtà non riuscite ad essere. Comunque sia, il vostro profilo deve parlare di voi, delle vostre passioni e del vostro modo di vivere.

Inizialmente si utilizzava molto come diario, scrivendo passo passo quello che si faceva, ma con il tempo Facebook è diventato più sofisticato, tanto da diventare centrale anche nella divulgazione di notizie. Oggi si facebook nascono proteste, si promuovono o si bocciano prodotti, sì discute di film e telefilm decretando il loro successo o insuccesso.

Quindi essere sul social, significa prendere parte ad una grande comunità virtuale che interagisce, che parla di tutto e che ha interessi in comune. Creare il mio facebook significa crearsi una piccola (o grande) cerchia di persone con cui si condividono interessi. Si creano nuove relazioni basate su passioni comuni, sullo scambio di idee. Vi chiederete come mai non lo si faccia dal vivo, semplicemente perché facebook è più comodo: si sta in casa e si socializza. E comunque una cosa non esclude l’altra.

E a livello lavorativo?

Facebook ha cambiato anche il panorama del mondo del lavoro. Oggi è possibile creare pagine in cui ci si presenta, profili professionali appositamente pensati per essere utilizzati come curriculum, caricare video con i quali è possibile candidarsi ad offerte di lavoro. Se fino a qualche anno fa, facebook, era considerato perlopiù un passatempo, oggi è una delle fonti principali di ricerca del lavoro.

Non solo, ma può essere anche una fonte di reddito non indifferente. È molto utile per pubblicizzare il proprio business: si crea una pagina in cui si descrive cosa si fa, si condivide il proprio lavoro con chi ci segue e si aumenta la popolarità. Qualsiasi tipo di lavoro, trova il suo angolo di pubblicità sul popolare social.

Come creare il mio facebook per il lavoro?

Se per il profilo personale dovete puntare sulla spontaneità o su una caratteristica, per quello lavorativo, ovviamente, si richiede più professionalità. Quindi dobbiamo anzitutto individuare se: usate il profilo per pubblicizzare una vostra attività, oppure per fare girare il vostro nome e siete alla ricerca di lavoro.

Nel primo caso, ovviamente, puntate tutto sul business che avete creato, organizzando la pagina intorno a questo, e focalizzandovi sui lati positivi. Nel secondo, siate professionali, date un’immagine di voi il più seria possibile, create un profilo in cui bandite opinioni politiche (per quanto se ne dica, influenzano la scelta), in cui prendete posizioni nette contro qualcosa o qualcuno, e fate attenzione a cosa condividete perché le notizie false girano velocemente. Create un profilo in cui parlate di voi, ma senza andare troppo oltre.

Ovviamente molto dipende anche dal tipo di lavoro che fate o cercate: se siete montatori di video, ovviamente dovete dare il meglio di voi, rimanendo professionali ma mostrando quanto valete. Per lavori diciamo più classici, meglio optare per qualcosa di sobrio e professionale.

Avere un profilo è utile?

Sì lo è, soprattutto a livello professionale perché vi permette di avere una visibilità veramente ampia e senza limiti. Facebook è pieno di gruppi dedicati ad ogni cosa, di pagine specifiche per ogni argomento, e di gruppi di discussione. Avere un profilo non è fondamentale, ma di sicuro aiuta. Se a livello personale possiamo anche non averne uno, a livello professionale è sempre bene avere un profilo aggiornato e dinamico. Molti recruiter vanno proprio su Facebook a cercare possibili candidati per i lavori che offrono le loro aziende.

Se avete un’impresa in profilo Facebook è quasi fondamentale. Perché? Semplice: amplia il vostro pubblico. Qualsiasi tipo di attività svolgete, il social blu e bianco, sarà una cassa di risonanza enorme. Vi servirà per far conoscere ai più i vostri servizi, magari vi farà capire che è il caso di inserire di nuovi perché il pubblico ha cambiato esigenze, e vi porterà ad incontrare collaboratori che non avreste incontrato senza il profilo.

Le foto: come comportarsi?

Per creare il mio facebook, le foto sono importanti perché permettono di darvi un volto, e raccontano di voi. Ma attenzione a cosa pubblicate: sul profilo personale liberi di mettere foto vostre durante il barbecue in vacanza, mentre su quello professionale magari mettete foto riguardanti il lavoro.

Per quanto riguarda le foto della vostra attività, in questo caso, sbizzarritevi e fatela sembrare viva. Dovete dare l’impressione di dinamicità, modernità e freschezza.

Facebook è praticamente indispensabile

Volenti o nolenti è diventato uno strumento di cui difficilmente possiamo fare a meno. La sua utilità è indubbia, una notizia sì diffonde in pochi secondi, cose che fino ad un attimo prima erano sconosciute, in un batter d’occhio diventano virali. Quindi facebook è qualcosa di estremamente utile, che dobbiamo imparare ad utilizzare a nostro vantaggio, ricordando sempre che dobbiamo usarlo con intelligenza e che non è così semplice come sembra: ci sono canoni da rispettare e regole da seguire, per cui va studiate bene e solo allora potremo  veramente dire di aver creato il mio facebook.